Villa Glasscube

Costa belga

Nei pressi della costa belga, poco lontano dal confine francese, è sorto questo idillio familiare, unico nel suo genere, caratterizzato,
in particolare, dalla sua struttura edile marcata e dalla scelta dei materiali.
Come ubicazione si è scelto un ambiente simile alle dune, in cui la villa pare essere sola ed abbandonata a se stessa.
Soltanto i numerosi alberi ed arbusti creano una cornice familiare, in armonia con la natura.

Area parterre aperta

La sfida particolare per l’architetto era quella di creare uno spazio abitativo in assenza di barriere nonostante la pendenza degna di nota. Tra il lato anteriore e posteriore dell’edificio c’è un dislivello di circa 2 metri. Da questa difficoltà è scaturito un gioco d’abilità in termini estetici. L’area abitativa sospesa, includendo il terrazzo di ampie dimensioni dal lato sud, sottolinea la peculiarità dell’immobile, esprimendo l’esclusività e il grado di maturità dell’intero concetto. La villa GlassCube è mantenuta in equilibrio grazie a un seminterrato.

Forme minimaliste

Gli spigoli del bungalow erano prefabbricati, il calcestruzzo liquido è stato colato in loco. Così facendo, si è creata una cornice di costruzione dallo spessore astratto che emana calore e crea un’atmosfera accogliente. La porta di casa e il garage, realizzate in legno sostenibile, decorano una parte della facciata dal lato posteriore a nord. La tenda da sole, colata nel calcestruzzo, offre una protezione da sguardi indiscreti, facendo apparire l’opera edile come un’unità elegante.

Finestre accanto a finestre

Per gli architetti era importante combinare la funzionalità con la logica e l’estetica. Il dimensionamento e la disposizione dei diversi spazi sono stati pensati nei minimi dettagli per poter godere al meglio della vita familiare insieme. Sia l’area ingresso principale sia gli spazi dei bambini si trovano dal lato nord. Cucina e soggiorno nonché camere da letto e bagno dei genitori traggono vantaggio dalla vista libera in direzione sud e, inoltre, sono ampliati dal terrazzo di ampie dimensioni, senza soglia, con gli elementi scorrevoli minimal windows®. L’area esterna dall’aria sobria consente una vista panoramica senza confini nel paesaggio dunoso selvaggio.

Architetti

Govaert & Vanhoutte
www.govaert-vanhoutte.be

 

Fotografo

Tim Van De Velde
www.tvdv.be

Hendrik Biegs
www.hendrikbiegs.be

 

KELLER Partner

GLAS CEYSSENS
www.glasceyssens.com

Abitazione ricca di superfici in vetro

Il lato nord e sud dell’immobile sono stati concepiti come una facciata a tutto vetro e si estendono per tutta la lunghezza dell’immobile. Le finestre e porte scorrevoli di design minimal windows®, snelle e leggere, di KELLER AG formano un meraviglioso contrasto con la struttura edile originaria in calcestruzzo. Le grandi facciate in vetro consentono un’eccezionale vista senza barriere sul paesaggio dunoso, facendo risplendere gli spazi in una luce gradevolmente brillante. Esse conferiscono all’immobile un design molto esclusivo che emana eleganza e produce un forte impatto.

Un’architettura trasparente

La villa si inserisce in modo ottimale nella tranquillità dell’ambiente, ispirandosi al principio “il meno è più“. Concentrata sulla propria funzione, la costruzione si focalizza sull’essenziale ed è sinonimo di un’architettura trasparente ed astratta. La posizione tranquilla e il design, unico nel suo genere, dell’immobile moderno e tuttavia naturale creano un’armonia estasiante.

Choose your language: